differenza tra caffè nero e verdedifferenza tra ceffè nero e verde

Solitamente quando parliamo di caffè, soprattutto in Italia, stiamo parlando di caffè nero. Spesso però si sente parlare di caffè verde e proprio per questo sono in molti a porsi il quesito su quale sia la differenza tra caffè nero e caffè verde. Per caffè si intende quella bevanda ricavata dall'infusione a temperature molto elevate, di polvere ottenuta grazie alla macinatura dei semi di caffè già torrefatti.

Il caffè però è il nome dell'arbusto appartenente al genere di cui vi abbiamo già parlato in nostri precedenti articoli: il coffea che si diversifica in varie specie tra cui l'arabica, la canephora, la liberica e molte altre. Il seme della drupa è la parte più interessante di questa pianta, soprattutto a livello commerciale mentre la porzione carnosa viene solitamente scartata o utilizzata per scopi secondari.

In Italia quindi per caffè intendiamo quello nero, cioè tostato, processo che ne esalta le proprietà organolettiche e gustative. Il caffè crudo mantiene intatte tutte le peculiarità fisiche, chimiche e nutrizionali. Dal caffè verde al caffè nero si ottengono quindi due bevande molto diverse. Il caffè nero consente di ricavare tramite decottura della polvere ad altissime temperature, dei liquidi scuri, dall'aroma e dal gusto intenso, molto penetrante, amaro e con sentori di cotto molto forti. Diversamente invece dal caffè verde, tramite infusione della polvere, si ricava una tisana molto leggera e sobria, di color verde trasparente con gusto e sapore molto delicati.

Anche a livello nutrizionale c'è un divario importante tra caffè torrefatto e caffè verde. Il caffè verde non subisce trattamenti termici ed è finalizzato a produrre una bevanda ottenuta per infusione a 70°, un sistema che ne garantisce il mantenimento dei nutrienti. La differenza tra le due tipologie di caffè quindi, quello nero e quello verde è sia nel gusto che nelle proprietà, adatto a palati più esigenti e decisi quello nero, da gustare a primo mattino o affiancato ad un gustoso dolce, più delicato invece quello verde per sorseggiare una piacevole bevanda.