torrefazionetorrefazione

Il caffè non è solo protagonista della nostra quotidianità quanto appartiene alla cultura cinematografica internazionale. Sono diversi infatti i momenti in cui nei film i protagonisti assaporano tazze di caffè, scene talvolta nevralgiche e centrali, il vero fulcro di tutta la pellicola. Quale affare non si discute dinanzi ad un’ottima tazzina fumante? Quale primo appuntamento non inizia con un “Prendiamo un caffè insieme”?

Il caffè rappresenta proprio per il suo fattore ricco di gusto e familiarità, tradizione e calore, un momento della giornata di relax e al tempo stesso passione e condivisione. Memorabile la scena iniziale di uno dei film più cult della storia “Pulp Fiction”. Siamo nel 1994 ed anche nel film capolavoro di Quentin Tarantino non poteva mancare il caffè come protagonista d’eccezione, dove nella scena iniziale due fidanzati delinquenti stanno per compiere una rapina davanti a due tazze di caffè fumante, un ultimo sorso, poi pistole sul tavolo, un bacio romantico, strambe parole d’amore e ciò che avviene dopo il fermo immagine è leggenda nella storia del cinema.

Un’altra memorabile pellicola con un sottofondo al sapore di caffè è “Coffee cost of viagrapills&Cigarettes”, un manifesto di piccoli piaceri del 2003, dove un’affascinante galleria di personaggi da Tom Waits a Iggy Pop, da Steve Buscemi a Roberto Benigni vengono immortalati mentre stanno bevendo caffè e fumando centinaia di sigarette in un bar, mentre dialogano sul nulla in appassionati racconti senza senso. La bevanda a base di oro nero costituisce il fil rouge della narrazione, in uno dei classici di Jim Jarmusch.

Totò e Peppino ne “La banda degli onesti” affrontano interessanti discussioni proprio mentre sorseggiano una tazzina di caffè, mentre andando un po’ più avanti negli anni in “Questi fantasmi”, vediamo la commedia teatrale di Eduardo De Filippo portata sul grande schermo con protagonista il vero e proprio rituale del caffè. Per non parlare del capolavoro di Audrey Hepburn, Colazione da Tiffany, nel quale un’incantevole fanciulla vestita in un elegantissimo abito nero, celebra la sua colazione con un cornetto ed un caffè davanti alla vetrina di Tiffany, a New York, scena che ha portato alla creazione poi di un vero e proprio caffè nello stesso palazzo della FifthHavenue, col il marchio della nota gioielleria ai giorni nostri.